Commercio
SALDI ESTIVI 2016: NUOVI CONSIGLI E AGGIORNAMENTI. PDF Stampa E-mail

Lo scorso 2 Luglio sono iniziati i saldi estivi su tutto il territorio nazionale. Siamo qui a darvi ulteriori facili consigli da seguire per non incorrere in spiacevoli malintesi ( o truffe) durante questo periodo.

Da indagini condotte dal Codacons, infatti risulta che lo scorso anno un commerciante su 5 ha gonfiato i prezzi per aumentare in maniera artificiosa la percentuale di sconto ed invogliare, in questo modo, maggiormente all’acquisto.

 

Il consiglio che viene dato, quindi, è quello di recarsi nei negozi prima dell’inizio dei saldi per controllare i prezzi di quello che si ha intenzione di comprare verificando, all’inizio degli sconti, l’effettiva percentuale di saldo applicata. In questo modo è possibile aggirare il malcostume dei commercianti sleali e allo stesso tempo si ha anche la possibilità di capire realmente quali capi di abbigliamento ci necessitano.

 

Se non lo aveste fatto e per aggirare possibili "fregature", inoltre, è bene anche diffidare di percentuali di sconto superiori al 50%: un commerciante non può avere ricarichi così alti sui capi di abbigliamento e per vendere con queste percentuali di sconto dovrebbe farlo sottocosto. Una scontistica così alta può nascondere prezzi gonfiati o merce non proprio attuale. Si ricorda che la legge prevede che i negozianti applichino i saldi solo sui prodotti della stagione, e non certo sugli avanzi di magazzino! Parliamo, poi, del cartellino: durante i saldi deve essere presente su di esso sia il prezzo di partenza che quello in saldo (quindi con la percentuale di sconto che viene applicata).

Infine, in caso di prodotto danneggiato o non conforme, il commerciante ha l'obbligo di eseguire la riparazione o provvedere alla sostituzione del capo in oggetto o, ove non sia possibile, la riduzione o la restituzione del prezzo pagato. In caso di prodotti non richiesti, il consumatore non deve mai pagare nulla.


* Articolo pubblicato nell’ambito del Programma generale di intervento della Regione Umbria denominato: informazione ed assistenza ai consumatori ed agli utenti 2013 – 3° intervento con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico.

 

 
10 REGOLE PER AFFRONTARE I SALDI 2016! PDF Stampa E-mail

Saranno la Campania e la Liguria il prossimo 2 luglio ad aprire la stagione dei saldi per questa estate 2016 seguiranno poi l’Umbria (4 luglio), il Lazio, il Piemonte e la Toscana (5 luglio) e tutte le altre regioni a seguire (7 luglio) quindi ecco le regole fondamentali per tutelare i consumatori e i loro acquisti:

1) comprare preferibilmente nei negozi abituali. Sarà più facile accertare la convenienza dell’acquisto;

2) confrontare i prezzi tra vari esercizi commerciali, prima di decidere l’acquisto;

3) il negoziante ha l’obbligo di esporre sul talloncino il prezzo pieno, il prezzo scontato e la percentuale di sconto praticata;

4) conservare lo scontrino, che dovrà essere esibito in caso di restituzione di capi difettosi. Anche se eventuali cartelli dichiarassero che i capi non possono essere sostituiti, il venditore non può sottrarsi all’obbligo di sostituzione o riparazione della merce. Tale garanzia è di due anni.

5) controllare che l’etichetta contenga la composizione del capo e le istruzioni per il lavaggio e la manutenzione, perché da questo potrebbe dipendere la diversità di prezzi;

6) la merce in saldo deve essere tenuta fisicamente separata da quella in vendita a prezzo pieno;

7) i negozianti sono obbligati ad accettare il pagamento con carte di credito o bancomat anche in periodo di saldi. In caso di rifiuto, consigliamo di segnalare il caso, per iscritto, alla società Servizi Interbancari;

8) il consumatore ha diritto di provare i capi;

9) attenti ai saldi superiori al 50%: potrebbe trattarsi di prodotti scadenti o, anche, di merce dell’anno precedente (in quest’ultimo caso, si potrebbe trattare ugualmente di un buon affare purché il negoziante ne informi il cliente);

10) ogni disfunzione o scorrettezza può essere segnalata al locale comando dei Vigili urbani o all’Ufficio comunale per il commercio.

E COMUNQUE il consiglio fondamentale è sempre lo stesso “occhi aperti”, scegliere con accuratezza ma, soprattutto, evitiamo gli acquisti compulsivi che spesso si trasformano in accumulo e spreco.

 
GUIDA AI DIRITTI DEL CONSUMATORE PDF Stampa E-mail

Una guida volta ad essere un aiuto diretto ed importante per il consumatore nei confronti di tutte le problematiche che lo possono interessare: garanzie, clausole vessatorie, contratti a distanza e tanto altro.

Clicca qui se vuoi scaricare la guida in formato digitale.

Fonte: http://www.legaconsumatoriveneto.it

 
Shopping on line: attenzione alle offerte truffa PDF Stampa E-mail

Lo shopping on-line anche in Italia sta diventando una moda sempre più diffusa sia a seguito dell’utilizzo sempre più frequente del Web, sia perché tramite gli acquisti on line molto spesso si possono ottenere dei grossi risparmi. In base ai dati risultanti da diverse indagini sembra che gli acquisti on line non siano soggetti alla crisi che sta attraversando il nostro Paese. Nel 2008 il fatturato derivante da transazioni on line ha superato i 6 miliardi di euro con una crescita sul 2007 di oltre il 20%. La situazione sta velocemente evolvendo anche a causa della recessione che porta le imprese a scoprire modalità innovative per competere e i consumatori ad apprezzare sempre più la possibilità di confrontare on line prezzi e caratteristiche dei prodotti prima di effettuare gli acquisti e di ridurre gli spostamenti.

Leggi tutto...
 
Presto gli e-book contro il caro libri PDF Stampa E-mail

Dopo la polemica scoppiata lo scorso settembre a causa del caro libri e delle recenti indagini dell'Autorità Antitrust, tra gli obiettivi principali individuati dalla circolare emanata in questi giorni dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca troviamo il contenimento dei costi per i testi scolastici, gli zainetti meno pesanti, e i libri scaricabili da Internet.

Leggi tutto...
 
Altri articoli...
« InizioPrec.12Succ.Fine »

Pagina 1 di 2