ENEL ENERGIA-TAGLIA S-M-L-XL: IN ARRIVO LE SANZIONI PDF Stampa E-mail

Con il provvedimento n. 24508 l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato evidenziato che:

a)  che  la  pratica  commerciale  descritta  al  punto  II  del  presente  provvedimento,  posta  in  essere  dalla  società  Enel Energia S.p.A., costituisce, per le ragioni e nei limiti esposti in motivazione, una pratica commerciale scorretta ai sensi degli artt. 20 e 21, comma 1, lettere b) e d), del Codice del Consumo, e ne vieta la diffusione o continuazione;

b) di irrogare alla società Enel Energia S.p.A.. una sanzione amministrativa pecuniaria di 100.000 € (centomila euro).

La sanzione amministrativa di cui alla precedente lettera b) deve essere pagata entro il termine di trenta giorni dalla notificazione  del  presente  provvedimento,  utilizzando  l'allegato  modello  F24  con  elementi  identificativi,  di  cui  al Decreto Legislativo n. 241/97. Tale modello può essere presentato in formato cartaceo presso gli sportelli delle banche, di Poste  Italiane  S.p.A. e  degli  Agenti  della  Riscossione.  In  alternativa,  il  modello  può  essere  presentato telematicamente, con addebito sul proprio conto corrente bancario o postale, attraverso i servizi di home-banking e CBI  messi  a  disposizione  dalle  banche  o  da  Poste  Italiane  S.p.A.,  ovvero  utilizzando  i  servizi  telematici  dell'Agenzia delle Entrate, disponibili sul sito internet www.agenziaentrate.gov.it.

Ai  sensi  dell'articolo  37,  comma  49,  del  decreto-legge  n.  223/06,  i  soggetti  titolari  di  partita  IVA,  sono  obbligati  a presentare il modello F24 con modalità telematiche.

Decorso il predetto termine, per il periodo di ritardo inferiore a un semestre, devono essere corrisposti gli interessi di mora nella misura del tasso legale a decorrere dal giorno successivo alla scadenza del termine del pagamento e sino alla data del pagamento. In caso di ulteriore ritardo nell’adempimento, ai sensi dell’articolo 27, comma 6, della legge n. 689/81, la somma dovuta per la sanzione irrogata è maggiorata di un decimo per ogni semestre a decorrere dal giorno successivo alla scadenza del termine del pagamento e sino a quello in cui il ruolo è trasmesso al concessionario per la riscossione; in tal caso la maggiorazione assorbe gli interessi di mora maturati nel medesimo periodo.

Dell’avvenuto pagamento deve essere data immediata comunicazione all’Autorità attraverso l’invio di copia del modello attestante il versamento effettuato.

 

* Articolo pubblicato nell’ambito del Programma generale di intervento della Regione Umbria denominato: informazione ed assistenza ai consumatori ed agli utenti 2013 – 3° intervento con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico