Maltempo, gli indennizzi direttamente in bolletta PDF Stampa E-mail

Enel, in rispetto alla specifica deliberazione dell’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas, ha previsto specifici rimborsi forfetizzati erogati automaticamente per tutti i clienti che hanno subito un disservizio causato dal maltempo della scorsa settimana.

I clienti che hanno subito interruzioni di energia elettrica dovute all’eccezionale ondata di maltempo non dovranno presentare alcuna richiesta o domanda per ottenere gli indennizzi automatici previsti dall’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico (AEEGSI).

Quanto dovuto sarà infatti accreditato direttamente nella bolletta del loro venditore di energia e sarà riconosciuto indipendentemente dalla responsabilità all’origine dell’interruzione della fornitura.

In caso di interruzioni di energia elettrica di durata superiore a determinati limiti, infatti, la delibera dell’AEEGSI n. 198/11 prevede che vengano riconosciuti ai clienti del sistema elettrico specifici indennizzi erogati automaticamente.

Gli importi saranno calcolati sulla base di parametri stabiliti dalla Autorità stessa, tra cui la durata dell’interruzione, il numero di abitanti della zona interessata e la tipologia di cliente.

Nello specifico, ad avere diritto all'indennizzo sono i clienti di bassa tensione che subiscono un’interruzione di almeno 8 ore nei comuni con più di 50 mila abitanti, di oltre 12 ore per comuni tra i 5 mila e i 50 mila abitanti e oltre le 16 ore per i comuni più piccoli.

In relazione agli intestatari di forniture di media tensione, le interruzioni devono essere almeno di 4 ore nei comuni con più di 50 mila abitanti, 6 ore per comuni tra i 5 mila e i 50 mila abitanti e oltre le 8 ore per i comuni più piccoli.

Gli indennizzi verranno trasferiti da Enel Distribuzione ai venditori entro la prima fatturazione utile del servizio di trasporto, decorsi 60 giorni dalle interruzioni.

A tali tempi vanno aggiunti quelli necessari ai venditori per trasferire l'indennizzo ai clienti direttamente in bolletta.

Gli indennizzi variano:

  • da 30 a 300 € per i clienti domestici BT (bassa tensione)
  • da 150 a 1.000 € per le clienti non domestici BT e MT con potenza fino a 100 kW
  • fino a 6.000 € per i clienti industriali con potenza superiore a 100 kW

* Articolo pubblicato nell’ambito del Programma generale di intervento della Regione Umbria denominato: informazione ed assistenza ai consumatori ed agli utenti 2013 – 3° intervento con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico